Società

Coronavirus: Polis dona pacchi a familiari vittime innocenti

single image

La Fondazione Polis della Regione Campania ha donato 80 pacchi alimentari ai familiari delle vittime innocenti della criminalità.

L’iniziativa è realizzata con l’associazione no profit Restiamo Assieme e rientra in un catalogo di attività che la stessa Fondazione promuove in occasione dell’emergenza Coronavirus e con l’approssimarsi della Pasqua. Tra gli interventi previsti, il sostegno alle organizzazioni che gestiscono beni confiscati in ambito alimentare e a quelle a vocazione sartoriale, al fine di facilitare la produzione di dispositivi di protezione individuale. Non mancano, inoltre, attività di lettura dialogica e donazioni di libri a beneficio di bambini e minori familiari di vittime.

“La nostra è solo una piccola carezza, resa però ancora più importante in un periodo storico particolarmente delicato e segnato da importanti ripercussioni sia sul versante sanitario che su quello economico e sociale”, evidenzia il presidente della Fondazione Polis don Tonino Palmese. “Tutti noi della Fondazione, dagli organi statutari al gruppo di lavoro, stiamo cercando di alleviare in qualche modo le sofferenze dei familiari delle vittime, espressione del potere dei segni che si contrappone ai segni del potere e al contempo naturali portatori degli ideali di speranza e di pace di cui si nutre la ricorrenza pasquale”, aggiunge don Tonino. “Continueremo ad impegnarci senza sosta. Lo dobbiamo al sacrificio delle vittime, al valore della testimonianza dei loro familiari e al costante e straordinario impegno di associazioni e cooperative che restituiscono il maltolto alla collettività”, conclude don Tonino Palmese.

You may like