Cronaca

Erasmus, al ‘Tozzi’ di Frignano arrivano studenti spagnoli, macedoni, romeni e di Matera

single image

Erasmus, al ‘Tozzi’ di Frignano arrivano studenti spagnoli, macedoni, romeni e di Matera. Il progetto è ‘Homo unversalis’ sulle orme di Leonardo Da Vinci. La delegazione studentesca resterà per una settimana.




di Tina Cioffo

Il genio di Leonardo da Vinci non accenna ad affievolirsi. A dargli vigore ci pensano le nuove generazioni che da quegli studi ne sono ancora attratti. E’ la scienza delle arti a guidare infatti, il progetto Erasmus “Homo universalis” che ha portato a Frignano, in provincia di Caserta, una delegazione internazionale di studenti provenienti dalla Spagna, Macedonia, Romania e Matera in Basilicata. Ventiquattro studenti accompagnati dai loro docenti che trascorreranno la settimana (dal 14 al 19 ottobre) ospiti di alcune famiglie frignanesi coinvolte dalla preside Gabriella Clemente dell’istituto Comprensivo ‘Luca Tozzi’ di Frignano. E’ un progetto di scambio di buone pratiche, in lingua francese, proposto dalla scuola I.E.S. Alcarria Baja di Guadalajara, in Spagna. Al partenariato aderiscono l’Istituto Superiore “Alderisio” di Stigliano (Matera), il Liceo Teoretic Carel, di Carei, Romania, il SUGS Gimnazija Orce Nikolov, di Skopjie (Macedonia) e, infine, l’Istituto Comprensivo “Luca Tozzi” di Frignano.

Cultura è dialogo, confronto e accoglienza

 “E’ il terzo appuntamento di un percorso che è iniziato a Skopjie ed è proseguito a Stigliano. I progetti Erasmus di mobilità studentesca, (ma non solo studentesca il nostro Istituto ha in corso di svolgimento un altro progetto dedicato ai docenti) mettono in condizione studenti di diverse nazionalità di fare conoscenza ed esperienza di altre realtà scolastiche e culturali, di altri modi di vivere e di pensare. Non a caso uno dei punti fondamentali del progetto è l’accoglienza degli studenti nelle famiglie del paese ospite”, ha spiegato la preside Clemente. “La cultura è una permanente scoperta di quello che ci circonda e con questo progetto portato a Frignano, abbiamo preso anche coscienza di quanto sia fondamentale, per la crescita di ognuno, l’accoglienza e lo sforzo comunicativo che dobbiamo fare per comprendere ed essere compresi”, ha aggiunto la preside. Sullo straordinario valore culturale dell’iniziativa ha insistito anche il sindaco di Frignano, Gabriele Piatto, intervenuto stamattina alla cerimonia inaugurale presso l’istituto di piazza Mazzini. “Il confronto costruisce ponti di pace mentre la mancanza di dialogo ed il rifiuto all’ascolto – ha affermato Piatto- crea solo danni ed è per questa ragione che dobbiamo fare ogni cosa possibile per agevolare l’incontro e lo scambio culturale”. “Con l’Erasmus si aprono punti di vista differenti”, ha poi ribadito Nicola Pagano, presidente dell’associazione Generazione Sociale ricordando la sua esperienza di studente erasmus in Spagna. Nel corso di questa settimana gli studenti lavoreranno insieme i laboratori didattici dedicati all’arte di Leonardo da Vinci: la caricatura, il paesaggio, la prospettiva ed esploreranno il territorio incontrandone testimonianze e siti a partire dalla reggia borbonica del Real sito di Carditello ma poi a Pompei, alla Reggia di Caserta e al Museo di Leonardo di Roma. Una settimana molto intensa che si concluderà a Casa Don Diana a Casal di Principe e infine, per un momento di festa finale, in collaborazione con l’associazione Generazione Sociale, a Castel Volturno, al Lido Sirenetta.

Dalla Spagna sulle orme di Leonardo da Vinci

“Il progetto è dedicato a Leonardo e non poteva che esserci una buona rappresentanza di studenti italiani in questo progetto di scambio culturale, visto che in Italia ci sono le radici del Rinascimento e dunque della conoscenza ma anche del dialogo e della tolleranza che i nostri studenti devono imparare per avere finalmente un’Europa pulita”, ha detto Maria Milagros Garcìa Arrimada coordinatrice generale del progetto e docente alla I.E.S. Alcarria Baja di Guadalajara di Mondejar, un paese di 3mila abitanti non lontano da Madrid.  Tutti gli interventi anche quelli della delegazione macedone e romena, sono stati tradotti in inglese e francese, segno di una scuola che ha già superato i confini. “A marzo tutti gli studenti coinvolti saranno in Romania e poi a maggio a Madrid. Si tratta di allievi di seconda e terza media ai quali la scuola sta offrendo una straordinaria occasione”, ha annunciato Imma Corvino, docente di inglese alla Tozzi di Frignano e curatrice del progetto Erasmus insieme alla collega Milka Nasciano. Il progetto è coordinato da Gianluca Marano. Intanto l’accoglienza dalla scuola media Luca Tozzi di Frignano alla delegazione studentesca del progetto Erasmus “Homo universalis”, è stata ritmata da sorrisi, applausi e strette di mano superando anche quel ragionevole imbarazzo iniziale. La banda musicale della ‘Tozzi’ ha riservato un benvenuto speciale, suonando tutti gli inni nazionali delle scuole coinvolte.

You may like