Cronaca

Picchiata e minacciata dal compagno: fugge dalla furia dell’orco a Trentola Ducenta

single image

Minacce di morte e maltrattamenti, un incubo quello vissuto da una donna di 39 anni che nella notte è stata picchiata e minacciata dal compagno. L’uomo D.L. un 42enne originario di Napoli, ma residente a Trentola Ducenta, è stato arrestato dai carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Aversa

Minacce di morte e maltrattamenti

Nella notte i carabinieri della sezione radiomobile dalla compagnia di Aversa, guida dal maggiore Terry Catalano, hanno arrestato un 42enne residente a Trentola Ducenta per i reati di maltrattamenti in famiglia e minaccia dell’uso delle armi. L’arresto è scaturito da una chiamata al 112 effettuata, nel corso della notte, dalla 39enne moglie dell’arrestato che, dopo essere stata picchiata e minacciata di morte, è riuscita a fuggire e richiedere l’intervento dei carabinieri. I carabinieri hanno assistito la donna che insieme ai tre figli minorenni si erano trasferiti già in un altro posto per sfuggire alla violenza dell’uomo. Appurati i fatti hanno proceduto a dichiarare in stato di arresto l’aggressore, collocandolo agli arresti domiciliari in attesa del provvedimento di convalida del GIP. Nello stesso momento sono state poste sotto sequestro cautelativo tutte le armi legalmente detenute dall’uomo e custodite presso la propria abitazione. In particolare sono stati sequestrati 5 fucili, 15 coltelli a serramanico e numerose munizioni nonché una pistola con il colpo in canna, quindi pronta all’uso.

Vessazioni continue

Secondo quanto raccontato dalla donna ai carabinieri, l’episodio della scorsa notte è da inserire in un più complesso quadro di reiterate minacce e maltrattamenti subiti dalla donna ad opera del marito. L’intensificazione di tali ignobili comportamenti ha indotto la donna a chiedere, finalmente, l’aiuto dei carabinieri. Un problema quello delle donne vittime di violenza, che è di estrema attualità nonostante i tanti femminicidi come quello di Stefania Formicola di San Marcellino, uccisa dal compagno. L’uomo è stato di recente condannato all’ergastolo per il reato commesso.

You may like