Ambiente

Pizza per i cagnolini e casette per i pipistrelli salva-ambiente

single image

A Casal di Principe, i giovani scendono in campo per l’ambiente. E’ partita una raccolta firme per le bat box e una raccolta fondi per i cagnolini.

Una serata in pizzeria con la certezza che i soldi spesi serviranno per una buona causa. E’ l’iniziativa messa in campo da CasaleLab, un’associazione di volontariato, costituita da sette giovani che propongono attività di formazione e informazione politica su temi di particolare importanza. “Dopo molto tempo nel nostro paese c’è aria di cambiamento, voglia di legalità e di riscatto; è in atto un percorso di ricostruzione che parte dalla società civile e noi giovani vogliamo essere protagonisti della rinascita del nostro territorio. L’iniziativa “Una pizza per Casale” che si terrà l’11 luglio 2019, presso locanda RaRo, riflette pienamente i valori e i principi ispiratori di CasaleLab: attività di sensibilizzazione ed informazione”, spiega il presidente Gianluca Natale. I fondi saranno destinati all’acquisto di antiparassitari e/o crocchette, all’OIPA sostenendo la propria delegata Caserta e provincia Rosa Landolfo.

Raccolta firme per le Batbox

 “Notevoli sono le problematiche che derivano dal randagismo ed è per questo che abbiamo deciso di dare il nostro contributo”, assicura Natale che aggiunge: “Attraverso una raccolta firme (già raccolte circa 300 sottoscrizioni), su idea di un nostro iscritto Antonio Gagliardi, proporremo alle amministrazioni comunali di Casal di Principe, San Cipriano d’Aversa e Casapesenna di installare sul territorio cittadino le cosiddette “Batbox, piccole casette di legno ove trovano rifugio i pipistrelli. Quest’ultimi, infatti, sono i maggiori nostri alleati contro insetti e zanzare, aiutandoci notevolmente a ridurre l’uso di pesticidi o altre sostanze chimiche”. Diverse le associazioni che hanno aderito e parteciperanno all’iniziativa. L’intento principale è fare rete tra le varie realtà associative del territorio. “Solo se costruiamo rapporti di collaborazione, di supporto e di promozione del territorio possiamo maturare prima come singoli e poi come comunità”, conclude Natale.

I pipistrelli che rispettano l’ambiente contro gli insetticidi

Uno dei motivi per cui i pipistrelli stanno lentamente scomparendo è la mancanza di luoghi in cui potersi rifugiare. I pipistrelli sono abili predatori di insetti, tra cui le noiose e fastidiose zanzare. Si calcola che, in una sola notte, un singolo pipistrello sia in grado di mangiare dai 1.500 ai 2.000 insetti, tra cui una significativa percentuale di zanzare (da 500 a 1000 zanzare per notte). Sono preziosi alleati per combatterle rispettando l’ambiente, a differenza degli insetticidi chimici, che non risolvono il problema e sono tossici, sia per l’ambiente che di riflesso per noi stessi. Le Bat Box sono rifugi artificiali in cui i pipistrelli possono “abitare” in qualsiasi stagione dell’anno.

You may like