Cronaca

Rissa con 15 persone, esposti e paura

single image

Alessandra Tommasino

Ennesima rissa nel centro della frazione Sant’Andrea del pizzone di Francolise,  due notti fa in piazza De Gasperi 

A Sant’Andrea del Pizzone, territorio comunale di Francolise,  nella notte fra venerdì e sabato c’è stata una nuova rissa che ha visto coinvolto circa quindici ragazzi. Quando i carabinieri della compagnia di Mondragone e gli agenti del commissariato di Sessa Aurunca, sul posto non hanno trovato i giovani che intanto si erano dileguati.

Due mesi fa rissa con accoltellamento

L’ atmosfera che si respira nel piccolo centro dell’agro caleno è pesante visto che, proprio due mesi fa, nello stesso posto c’era stata una rissa con tre ragazzi feriti e costretti alle cure sanitarie. In quell’occasione era stato utilizzato un coltello e non era mancato il lancio di vari oggetti contundenti.

Esposti in Procura

I residenti della zona sono esasperati dagli schiamazzi notturni, ma soprattutto spaventati dai continui episodi di violenza. Per questo hanno messo nero su bianco quanto  vivono in una serie di esposti inviati alle forze dell’ordine e alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

Alle autorità hanno denunciato anche una presunta attività di spaccio sulla quale i carabinieri dell’attuale stazione dei carabinieri mantengono un’attenzione altissima.

“Non siamo contro il divertimento o lo svago dei nostri ragazzi – dicono i residenti di piazza De Gasperi- ma non è consentito che si debba vivere nella paura”. Le risse sono frequenti e dopo l’accoltellamento di due mesi fa, c’è il timore che possano registrarsi episodi più gravi.

La videosorveglianza come deterrente

I tre candidati alla carica di sindaco, il primo cittadino uscente Gaetano Tessitore, Saturnino Di Benedetto e Andrea Russo, sono consapevoli del problema ed hanno previsto nei rispettivi programmi elettorali un sistema di videosorveglianza. Le telecamere collegate alle centrali operative delle forze dell’ordine potrebbero fungere da deterrente al  crescendo di violenza che si sta registrando in un territorio storicamente tranquillo,

 

You may like