Politica

San Cipriano – “Aprire le porte ai cittadini per favorire la democrazia”

single image

“Un regolamento per favorire la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica” è la richiesta di San Cipriano nel Cuore e San Cipriano Bene Comune.

A San Cipriano d’Aversa alle ultime elezioni si è presentata una sola lista, quella guidata dal sindaco Vincenzo Caterino. Siamo San Cipriano doveva essere una compagine diversa, formata anche dai gruppi San Cipriano nel Cuore e San Cipriano Bene Comune, con cui però si è consumata una spaccatura proprio pochi giorni prima della consegna ufficiale delle liste elettorali. A quel punto nessun altro si è presentato alla competizione elettorale, per questo al gruppo Siamo San Cipriano è bastato raggiungere il quorum per portare a casa la vittoria.

Ora proprio da questi gruppi arriva la richiesta al primo cittadino di aprire le porte del Comune ai cittadini. “Non vi puo’ essere a San Cipriano d’Aversa un gruppo di persone che controlla e governa in solitario le istituzioni, deve essere data voce anche ad altre persone le quali devono avere la possibilità di sollecitare, anche in maniera forte l attività della maggioranza e  di esercitare un efficace controllo sull operato del sindaco. Per rendere, quindi, la nostra comunità democratica è indispensabile fornire ad ogni cittadino i  diritti e le prerogative spettanti ai consiglieri comunali di opposizione promuovendo il piu possibile la partecipazione dello stesso alla vita pubblica“.

Da questo presupposto i due gruppi fanno partire le richieste:

1)l’adozione di un regolamento che favorisca la massima partecipazione del cittadino alla vita pubblica anche e soprattutto mediante il diritto a presentare interpellanze e interrogazioni direttamente agli organi politici del comune.
2)l’inserimento all’interno dello statuto comunale, ove non gia’previsto, della facoltà per ogni cittadino di presentare istanze, proposte e petizioni su argomenti di interesse generale.

You may like