Ambiente

Terra dei Fuochi, cabina di regia per attività di contrasto

single image

Contrastare i roghi dei rifiuti e vigilare in maniera capillare il territorio, a salvaguardia dell’ambiente, è il piano allo studio dei vertici delle forze dell’ordine di Napoli e Caserta. 

Attività di contrasto al fenomeno dei roghi nella cosiddetta Terra dei Fuochi, il punto sullo stato dell’arte rispetto all’abbandono e allo sversamento illecito dei rifiuti che vengono poi bruciati, è stato fatto nella riunione di coordinamento interprovinciale presieduta dai Prefetti di Napoli e Caserta. L’obiettivo è un piano di ottimizzazione dei presidi fissi dell’esercito sul territorio, finalizzato ad assicurare una presenza capillare e una vigilanza mirata, anche su obiettivi sensibili.

Hanno partecipato i vertici delle forze dell’ordine di Napoli e Caserta, il comandante delle forze operative Sud unitamente al Comandante del Raggruppamento Campania di “Strade sicure”, i Comandanti regionale e provinciali dei Vigili del Fuoco, i comandanti del Gruppo Forestale Carabinieri di Napoli e Caserta, il rappresentante del Reparto Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli e l’incaricato del Ministro dell’Interno per il contrasto dei roghi di rifiuti nella regione Campania.

La nuova programmazione – ferme restando le consuete verifiche di impianti produttivi commerciali, agricoli e industriali per accettarne la regolare gestione nel ciclo dei rifiuti – prevede un incremento dei controlli nei pressi degli insediamenti abitativi irregolari, presenti soprattutto nel territorio dell’area metropolitana di Napoli, ove si registrano abbandono di materiali di vario genere ed incendi.

You may like