Politica

Villa Literno, no alle dimissioni. Di Fraia: “Andiamo avanti”

single image

Niente dimissioni per il gruppo di maggioranza di Villa Literno, che dopo l’arresto del sindaco Nicola Tamburrino ha deciso di andare avanti. 

Valerio Di Fraia, sindaco facente funzioni, ha deciso di prendersi l’onere di portare avanti l’amministrazione comunale. “Sin dal primo momento la maggioranza ha espresso sostengo nei miei confronti, dimostrandosi compatta ed intenta a portare avanti il compito che ci è stato affidato dalla popolazione. Assicuro il mio impegno al fine di assolvere al ruolo affidatomi e di garantire un’amministrazione solida al nostro Comune” fa sapere Di Fraia che esrpime “solidarietà nei confronti di Nicola Tamburrino, nella speranza che la sua posizione venga chiarita quanto prima, ripongo – aggiunge – piena fiducia nella magistratura”.

Sostegno alla maggioranza sono stati espressi anche dal capogruppo di Villa Literno Viva, Arturo Caiazzo e da Carloantonio Falcone del gruppo ‘I Reponsaibli’ che hanno fatto sapere: “I Responsabili” e “Villa Literno Viva” ritengono opportuno esprimere solidarietà e vicinanza al sindaco, e confidano nel percorso della Magistratura affinchè i fatti contestati possano essere chiariti il più presto possibile. In attesa di ciò, l’intera maggioranza da’ piena fiducia e sostegno al nuovo sindaco facente funzioni, Valerio Di Fraia, sicura che la nuova guida sia all’altezza dell’incarico e con la consapevolezza di dover garantire un’amministrazione stabile che possa far fronte alle incombenze amministrative e di governo, al fine di poter assicurare alla città la prosecuzione del lavoro di risanamento avviato”.

Le accuse

Il sindaco di Villa Literno è stato arrestato perché accusato di corruzione, nella stessa vicenda sono coinvolti anche due imprenditori di Villa Literno: Salvatore e Francesco Nicchiniello, oltre al dirigente dell’ufficio tecnico Giuseppe D’Ausilio.

Secondo la procura di Napoli Nord, al dirigente furono promessi soldi (circa 30 mila euro) e l’appoggio elettorale alle elezioni amministrative del 2016 per velocizzare il rlancio di una licenza per la realizzazione di un centro turistico su via Delle Dune dalla società CGN, intestata formalmente alla moglie di Franco Nicchiniello.

 

You may like