Cronaca

Villa Literno. Terreni inquinati venivano utilizzati per produrre foraggio, scatta il sequestro

single image

Terreni inquinati che venivano utilizzati per produrre foraggio per gli animali. Per questo è scattato il sequestro giudiziario a un ettaro di terreno a Villa Literno, paese inserito nel contesto della Terra dei Fuochi, con la proprietaria che è stata deferita in stato di libertà per l’inosservanza di un provvedimento impartito dall’autorità per ragioni di sicurezza e d’igiene pubblica.

Terreno inquinato a Villa Literno, utilizzato per produrre foraggio

Nel corso di una verifica periodica nell’area della Terra dei fuochi i carabinieri della Forestale di Castel Volturno hanno accertato che sul terreno di Villa Literno, su cui c’era un rsichio agro alimentare veniva comunque prodotto foraggio per gli animali. Sul terreno erano state individuate criticità ambientali e per questo era stata decretata l’interdizione alle produzioni agricole e silvo-pastorali. L’individuazione dei terreni agricoli a rischio agro-ambientale è scaturita da una rilevante e laboriosa attività di monitoraggio svolta per i fondi, ricadenti nel territorio dei 90 comuni del cd. “Patto per la Terra dei Fuochi”, potenzialmente a rischio in considerazione dei dati storici di inquinamento.

Il monitoraggio dei terreni agricoli, consistito in attività di campionamento ed analisi che hanno riguardato il suolo, le acque di falda e le produzioni vegetali, nonché esperimento di indagini tecniche geomagnetometriche e radiometriche, è stato assicurato da un Gruppo di lavoro, coordinato dall’Arma dei Carabinieri, costituito dalla Regione Campania, Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale in Campania (ARPAC), Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA), Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), Istituto Superiore di Sanità (ISS), Istituto Zooprofilattico Sperimentale Abruzzo e Molise (IZSAM), Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno (IZSM), Università degli Studi di Napoli Federico II.

You may like