Cultura

Giornalisti al servizio e mai asserviti, se ne parla a Casal di Principe

single image

Qual è la funzione dell’informazione e quali compiti spettano al giornalista? Perchè la politica e’ così interessata ad avere giornalisti ‘al servizio’? E’ attorno a questi punti di domanda che il Comitato don Peppe Diana e Libera, hanno promosso un incontro sul giornalismo.

“Giornalismo al servizio e mai asservito”. E’ il tema dell’incontro, promosso dal Comitato Don Peppe Diana e dal coordinamento provinciale casertano di Libera, che si terrà lunedì 22 giugno alle ore 17 a Casa Don Diana, in via Urano 18, a Casal di Principe. Sarà l’occasione per una riflessione sul ruolo dell’informazione nelle Terre di don Diana, sulle conseguenze di un giornalismo deviato che non aderisce ai principi della verità, sulla solitudine di quei cronisti che spesso diventano vittime di delegittimazione.

I lavori del convegno, che saranno aperti dal neo coordinatore del Comitato don Diana, Salvatore Cuoci, dal referente provinciale di Libera, Gianni Solino, e dal sindaco di Casal di Principe, Renato Natale, saranno coordinati dal giornalista di Repubblica, Raffaele Sardo. Interverranno Giovanni Melillo, procuratore della Repubblica di Napoli; Toni Mira, caporedattore di Avvenire; Michele Albanese, giornalista del Quotidiano del Sud e referente Legalità della Fnsi – Federazione nazionale della stampa italiana; Rosaria Capacchione, giornalista e già senatrice della Repubblica; Sandro Ruotolo, giornalista e senatore della Repubblica; Marilù Musto, giornalista e componente della Commissione Pari Opportunità dell’Ordine dei Giornalisti della Campania; Claudio Silvestri, segretario del Sugc – Sindacato unitario giornalisti della Campania.

Al fine di consentire l’attuazione delle misure anti Covid-19, la partecipazione all’incontro dovrà essere comunicata entro il 20 giugno via mail, all’indirizzo di posta elettronica comitatodonpeppediana@gmail.com,

You may like