Beni confiscati, dalla Regione arrivano soldi per progetti di riutilizzo

Dalla Regione Campania, arrivano i finanziamenti per recuperare beni confiscati alla camorra.

Soldi per recuperare beni confiscati e restituirli alla collettività. Sono venti i Comuni della Regione Campania, ammessi al finanziamento per i progetti di riutilizzo. Nove, sono del Casertano con Aversa in apertura di elenco. Gli 80mila euro serviranno per recuperare un appartamento di via De Chirico per allocare l’ufficio del piano di zona sociale. Solo qualche giorno fa, e per la prima volta, l’Amministrazione si è dotata di indirizzi programmatici per l’uso sociale dei beni confiscati con precise indicazioni per gli uffici e le Commissioni consiliari. I beni confiscati saranno introdotti nel Piano sociale di zona ed è stato dato mandato ai dirigenti degli uffici competenti di avviare tutti gli iter necessari alla ristrutturazione degli immobili confiscati evitando che il deterioramento possa comprometterne il riutilizzo. La salvaguardia e la valorizzazione dei beni confiscati sul territorio comunale avrà l’importante coinvolgimento del Terzo Settore. Dalla Regione Campania, le quote più alte, di 100 mila euro, sono state destinate a Benevento, Cellole, Carinaro, Bacoli, Casal di Principe (che li utilizzerà per realizzare un parco pubblico) e San Cipriano D’Aversa.

Impostazioni privacy