‘L’altro Casalese’ a Casa don Diana con la storia di Domenico Noviello

‘L’altro Casalese’ a Casa don Diana con la storia di Domenico Noviello, l’imprenditore ucciso dalla camorra il 16 maggio del 2008 per non aver accettato di pagare il racket.

‘L’altro Casalese’, il libro di Paolo Miggiano edizioni Di Girolamo, sulla storia di Domenico Noviello, sarà presentato lunedì 14 ottobre alle ore 18 a Casa don Diana, bene confiscato alla camorra gestito dal Comitato don Peppe Diana in via Urano 18 a Casal di Principe. Con l’autore ed i figli dell’imprenditore, vittima innocente della camorra, ne parlerà il sindaco di Casal di Principe Renato Natale convinto che quando si parla dei camorristi Casalesi si debba parla di ‘falsi casalesi’. Noviello fu ucciso dal clan dei Casalesi il 16 maggio del 2008 e da allora la memoria di quell’imprenditore che non volle abbassare la testa e accettare di pagare il racket, non è mai andata persa. Il Comitato don Peppe Diana insieme a Libera coordinamento provinciale di Caserta, nel 2009 ne proposero e ottennero la medaglia d’oro al valor civile.

Il libro di Miggiano ne ripercorre non la storia ed insieme l’esempio che ne è poi conseguito anche a Castel Volturno, che era diventata la città adottiva di Domenico Noviello. L’iniziativa è promossa dal Comitato don Peppe Diana, Libera, Coordinamento dei familiari delle vittime innocenti e Comune di Casal di Principe. Casa don Diana, già ospita la mostra ‘Non Invano’ con i volti delle vittime innocenti della criminalità.

Impostazioni privacy