Villa Literno, alla guida con il cane al guinzaglio dal finestrino

Guidava a velocità sostenuta trascinando il suo cane per il guinzaglio dal finestrino. Medico denunciato.

Trascinava il suo cane per il guinzaglio mentre era alla guida della sua auto a velocità sostenuta. É la scena di evidente maltrattamento che hanno visto i carabinieri di Villa Literno della compagnia di Casal di Principe al comando del Capitano Luca Iannotti.

Cane maltrattato Villa Literno

Il cane, femmina meticcia beige, ha riportato ferite alla zampa e sulla schiena. Il guidatore G. D.C. denunciato per maltrattamenti di animali, è un medico e risiede a Minturno. Ai militari che lo hanno fermato ha detto di non aver fatto salire il cane in macchina perché suo figlio di 18anni aveva paura. La giustificazione è però apparsa poco credibile anche perché la velocità non avrebbe potuto agevolare il passo della cagnolina che invece veniva, secondo i carabinieri, trascinata come un qualsiasi oggetto.
Ora dovrà rispondere dell’accusa dinanzi all’autorità giudiziaria e laddove accertata la sua responsabilità, la pena prevista dal Codice è di 3 mesi a 18 mesi di detenzione o una multa da 5mila a 30mila euro.
Impostazioni privacy