Castel Volturno, Morra: “Necessari più poliziotti e mezzi al commissariato”

Castel Volturno, Morra: “Necessari più poliziotti e mezzi al commissariato”. Il presidente della commissione Antimafia Nicola Morra, concluse le audizioni a Caserta, si è recato a Castel Volturno per una visita non programmata.
Riscatto politico, intervento sociale e maggiori mezzi e uomini al commissariato di polizia. E’ il bilancio del fuori programma nella ‘missione Caserta’ del presidente della Commissione parlamentare antimafia, Nicola Morra a Castel Volturno. “Non volevo un corteo per andare a Castel Volturno né tantomeno un cordone di sicurezza per visitare un territorio di cui tanto si parla, risultando comunque abbandonato a se stesso”, ha detto Morra ringraziando gli uomini del commissariato di Castel Volturno che “con discrezione” lo hanno accompagnato. Una visita fugace ma attenta e che ha concesso a Morra la possibilità di comprendere le criticità ed il degrado di Castel Volturno, paese di frontiera per ubicazione e per problematiche sociali.

Intervento immediato

“Mi hanno spiegato una realtà stratificata e difficile e che non deve e non può essere etichettata con superficialità. Questo – ha aggiunto Morra- è un territorio in cui i beni confiscati creano riscatto sociale, un territorio in cui i cittadini onesti non abbassano la testa ed è territorio di eccellenza, ma c’è bisogno di dare una risposta politica concreta ad uno scempio quarantennale in capo a camorra ed amministratori corrotti. Nell’immediato è necessario dotare di mezzi e uomini un commissariato che non deve essere di frontiera ed è presenza concreta dello Stato”.
Impostazioni privacy