San Cipriano D’Aversa, Il sindaco annuncia la sua ricandidatura con sei mesi di anticipo

di Tina Cioffo- Il sindaco di San Cipriano D’Aversa ha annunciato la sua ricandidatura confermando la compattezza della squadra ma il consigliere Coppola dice che parlare di elezioni è prematuro.

L’annuncio

Mi ricandido per continuare un percorso di rinascita e riqualificazione avviato ben cinque anni fa”. Vincenzo Caterino, sindaco di San Cipriano D’Aversa ha deciso di giocare di anticipo. Una dichiarazione che se da una parte vuole essere rassicurante per il mondo politico sanciprianese ed in special modo per il gruppo attorno a Caterino, dall’altra parte suona come un mettere le mani in avanti, per bloccare evidentemente i progetti di qualcun altro. “Le opere realizzate sono state tante ma in programma ed in cantiere c’è ancora tanto altro. Ovviamente la squadra va ampliata, rafforzata e integrata con tutte quelle persone che si sono avvicinate esprimendo consenso e condivisione con il nostro operato. Noi siamo aperti a tutti quelli che hanno per scopo la crescita e lo sviluppo di San Cipriano d’Aversa”, ha aggiunto Caterino.

Le indiscrezioni

Il mandato scadrà ad ottobre e le elezioni comunali sono attese per l’autunno o rinviate al 2020, alla prima tornata utile. Ma allora perché tutta questa fretta di fermare le bocce? Le indiscrezioni che a San Cipriano D’Aversa, difficilmente mancano, parlano di un possibile ritorno di Lorenzo Diana, già senatore della Repubblica, punto di riferimento per la politica locale negli anni d’oro della sua carriera e poi coinvolto in una lunga indagine, durata quattro anni, da dove ne è uscito completamente libero da ogni tipo di addebito. Sul punto non c’è alcuna conferma e tutto potrebbe essere stato tirato in ballo solo a seguito dell’archiviazione delle accuse che erano state mosse a Diana, ma intanto le voci hanno cominciato ad animare il dibattito sanciprianese, anche con nomi di altre persone. In particolare, di due donne.

Il fermento

“La decisione è frutto di un bilancio che inevitabilmente sono stato chiamato a fare. Se non lo avessi fatto ora – ha detto il sindaco- lo avrei fatto non più tardi di un mese“. “Quello che però, mi ha spinto a mettere ogni cosa sui due piatti della bilancia, della vita personale a quella professionale, è il fermento politico che a San Cipriano già si vive. Saranno state le elezioni Europee o non so cosa altro ma sta di fatto che le Comunali sono già argomento principe“, ha aggiunto Caterino, a chiarimento del suo punto di vista.

La squadra

Con Caterino, nella nota stampa emessa dallo stesso sindaco, ci sarebbe tutta la sua squadra. “Paolo Infante, Rachele Serao, Antonio Coppola, Ulderico Di Bello, Mena Zippo, Raffaella Annunziata Serao, Ida Scalzone, Enrico D’Alessandro, Ines della Gatta, Stefania Parola e Fortunato Griffo all’unanimità – si legge- hanno espresso l’intenzione di continuare a sostenere, ricandidandosi se necessario o come appoggio esterno, il progetto di “San Cipriano che vorrei”, guidato dal sindaco in carica Vincenzo Caterino”.

Per Coppola: “E’ prematuro”

A stabilirlo sarebbe stata una riunione di maggioranza svoltasi presso la casa comunale in via Roma. “Ho certamente fiducia nel sindaco ma credo che sia decisamente prematuro parlare ora, a quasi sei mesi di distanza, di nuove elezioni e soprattutto di candidature. Meglio è continuare a lavorare così come stiamo facendo. Abbiamo ancora da pensare all’ampliamento del cimitero, alla riqualificazione della stazione con un nuovo parcheggio ed una biglietteria automatica. Quello che poi verrà, si vedrà in seguito”, ha detto Antonio Coppola, consigliere di maggioranza e già vicesindaco.

Impostazioni privacy