Reggia di Caserta gratis per la ‘Domenica al museo’, sale e dipinti per tutti

Domenica di musei e di cultura. La Reggia di Caserta aderisce all’iniziativa «Domenica al Museo» introdotta nel luglio del 2014 dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Dario Franceschini.

Il 6 ottobre, sarà possibile ammirare, gratuitamente, le sale degli appartamenti ottocenteschi della Reggia di Caserta e i dipinti della mostra «Da Artemisia ad Hackert», realizzati, tra gli altri, da Hackert, Artemisia Gentileschi, Carracci, Canaletto, Bellotto, Salvator Rosa e Guercino. L’ingresso al Parco Reale costerà invece 5 euro. La Direzione ha poi previsto che negli appartamenti, nell’arco dell’intera giornata, potrà accedere un numero massimo di 3.600 persone, lo scopo è evitare file e problemi alla sicurezza del monumento e degli stessi visitatori. Saranno però chiusi al pubblico il Giardino Inglese, gli appartamenti del Settecento e la mostra Terrae Motus.

La Reggia di Caserta fu realizzata a partire dal 1752 da Luigi Vanvitelli, e successivamente dal figlio Carlo, per volere di Carlo di Borbone. Fu voluta a Caserta perché il re era molto affascinato dalla bellezza del paesaggio casertano e, per ragioni di sicurezza, la volle lontana dal mare ma poco distante da Napoli. La Reggia avrebbe dovuto reggere il confronto con quella di Versailles.

Impostazioni privacy